fbpx
Seleziona una pagina

Gli ultimi eventi avvenuti in tutti il mondo hanno “costretto” molti istruttori a reinventarsi e ad iniziare ad insegnare yoga online.

La maggior parte si è vista chiudere il proprio centro yoga a causa di questa terribile “pandemia”, anche se mai veramente dichiarata tale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (ma questa è un’altra storia).

Così da bravi yogi flessibili verso il cambiamento, la maggior parte ha continuato a tenere lezioni di yoga online, anche se spesso in maniera improvvisata e alla meno peggio.

Una lezione da imparare

Il detto: “non tutto il male vien per nuocere” – non fu mai più azzeccato.

Proprio in questo periodo, più che in ogni altro, ho visto formatori riscoprire la libertà che solo il tenere corsi di yoga online può dare.

Insegnanti Yoga che hanno coronato il loro sogno di abbandonare tristi e buie città del nord per trasferirsi vicino al mare, tenere esclusivamente corsi online e organizzare di tanto in tanto qualche vacanza yoga dal vivo.

Ho visto altri istruttori riscoprire la potenza del rivolgersi ad un pubblico molto più ampio e passare da 20 partecipanti a lezione dal vivo a 300 partecipanti per un solo evento di yoga online.

Persistenza. Non velocità!

Come spesso avviene in tutte le professioni e le attività imprenditoriali (ebbene sì, se ti fai pagare anche lo yoga lo diventa), non tutti gli insegnanti yoga sono stati capaci di cogliere l’occasione mentre tanti altri – forse anche un po’ troppo di fretta – hanno cavalcato l’onda e si sono buttati.

C’è stata una vera e propria corsa all’oro e visto che la gente era costretta a restare in casa, più o meno tutti hanno avuto classi online più o meno piene su Zoom o software simili.

Ma appena il governo ha dato il via libera, la gente è tornata per strada, negli uffici, nei negozi ed ha abbandonato in massa le sale virtuali, per lo meno, quelle di chi ha improvvisato.

Quindi cosa fare? Finita la pacchia? No, paradossalmente adesso è il momento migliore per pianificare e fare le cose davvero bene e in maniera professionale.

Creare un’attivita di formazione online, così come la vendita di infoprodotti, sul lungo termine è una questione di persistenza, non di velocità.

Come Insegnare Yoga Online in modo Professionale

Proprio in questi mesi di lockdown, in cui sinceramente pensavo avrei riposato un po’ di più, ho ricevuto molte più richieste del solito, in quanto la maggior parte si è resa conto che per insegnare yoga online non basta accendere il pc, far partire la videocamera e il gioco è fatto.

O meglio, è esattamente così fino a quando lo fai a livello amatoriale, ma quando si tratta di fare le cose sul serio – così come hanno fatto questi 5 esempi di cui ti parlo qui – il discorso cambia e si passa a tutt’altro livello.

Quindi come insegnare yoga online in modo professionale? Qui i 3 passi più importanti.

1. Decidi il modo

Esistono 3 modi per insegnare yoga online:

a. Lezioni di Yoga Online per Piccoli Gruppi 

Questo è ciò che ha fatto la maggior parte: piccoli gruppi da seguire tramite Zoom o Meet di Google.

Così come ho già spiegato nel punto 2 di quest’altro post, questo metodo di insegnamento ha un limite di tempo e di spazio.

Insegnando yoga online in streaming hai il vantaggio di rivolgerti potenzialmente a tutto il mondo e quindi di riempire le sale facilmente, se sai come promuovere i tuoi corsi online.

Ma se vuoi seguire ognuna di queste persone dovrai comunque tenere piccoli gruppi e non so tu, ma anche i più intrepidi degli insegnanti con cui ho avuto a che fare, non riuscivano a tenere più di 3 lezioni al giorno al giorno e già così era massacrante.

Non dico che sia giusto o sbagliato, ti sto solo facendo notare il limite.

Diversi centri yoga hanno ovviato al problema tenendo diverse lezioni di yoga al giorno, ognuna però tenuta da un’insegnante diverso. Una sorta di alleanza, come spesso avviene anche nei centri yoga dal vivo.

b. Lezioni di Yoga Online per Grandi Gruppi 

Qui si tratta sempre di lezioni yoga dal vivo ma tenute a grandi gruppi attraverso un webinar o una live sui Social Network, in cui chiunque può partecipare e seguire l’insegnante, ma ovviamente l’insegnante non potrà seguire lo studente.

In questo caso basta un bravo singolo insegnante ed una persona che si metta dietro la telecamera per gestire eventuali problemi tecnici.

Questo metodo ha portato una scuola di yoga di Torino a riscoprire la potenza del web e a passare dai 20 partecipanti dal vivo in media, ad oltre 200/300 partecipanti per webinar online.

Considerando che i webinar vengono venduti a 25€, che ne tengono 1 al mese e che i costi si azzerano quasi del tutto rispetto alla gestione di eventi yoga dal vivo, è decisamente un risultato interessante, non trovi?

c. Lezioni di Yoga Online Pre-registrate

Qui i puristi fanno sempre qualche smorfia quando gliene parlo, ma in realtà è un metodo che porta grandi benefici sia a te sia allo studente che ne usufruisce.

Mi spiego meglio:

“Tu puoi comunque continuare a tenere i tuoi corsi di yoga dal vivo o in diretta. Ma se a ciò abbini anche la vendita online di corsi pre-registrati avresti una tranquillità economica in più che con i tempi che corrono non guasta.”

Inoltre faresti un favore a quegli studenti che, causa lavoro, non hanno la possibilità di rispettare degli orari prestabiliti e/o non hanno una connessione internet abbastanza veloce da poter seguire le tue lezioni in streaming.

In entrambi i casi, i tuoi studenti avrebberò la libertà di fare Yoga come e quando gli pare, magari scaricando le lezioni sul proprio computer.

2. Decidi il mezzo

Una volta deciso il modo in cui vuoi tenere lezione devi decidere quali strumenti utilizzare:

Nel caso delle lezioni con piccoli gruppi Zoom, Google MeetGoToMeeting vanno più che bene. Questi sono software ideati per fare riunioni virtuai, ma con una buona connessione ad internet e uno schermo abbastanza grande si possono adattare al tuo obiettivo di insegnare yoga in streaming.

Nel caso dei webinar invece hai 2 strade: quella amatoriale delle live su Facebook oppure quella professionale con l’utilizzo di GoToWebinar o Webinar Jam.

Infine, nel caso in cui tu decida di registrare corsi online, avrai fondamentalmente bisogno di un servizio pratico e veloce come Teachable o LearnDash per i più smanettoni.

Qui inoltre puoi approfondire quali sono i 7 + 1 strumenti di cui non potrai fare a meno per creare i tuoi infoprodotti.

3. Decidi il pubblico

Poco prima di scrivere questo post mi sono ritrovato a chiacchierare con l’ennesima istruttrice bravissima nell’insegnare yoga dal vivo, ma che ignora totalmente i meccanismi dell’online.

Lo so. Non è colpa tua mio caro insegnante yoga. Purtroppo quanto sto per dirti non viene insegnato in nessun corso di teacher training esistente, a prescindere che sia di 200, 500 o 10.000 ore.

Sul web la competizione è molto più agguerrita. L’aspirante yogin online ha a disposizione una varietà immensa di corsi yoga a distanza di un clic.

Quindi rinunci? No, semplicemente ti specializzi.

Specializzati!

Una donna di circa 50 anni, probabilmente verrà attratta o andrà alla ricerca di corsi di yoga per la menopausa, yoga dolce, yoga sulla sedia, Yin Yang Yoga e simili.

Una mamma probabilmente sarà più attratta da corsi di yoga in gravidanza, yoga per bimbi, yoga per mamme, etc.

Chi vuole ritrovare se stesso e comprendere un po’ di più l’aspetto spirituale di questa vita, probabilmente cercherà corsi di meditazione, raja yoga, satsang e filosofia yoga.

Una coppia che vuole iniziare quest’esperienza insieme probabilmente cercherà yoga di coppia, tantra e così via.

I più sportivi e le più sportive cercheranno uno yoga più dinamico, un tipo di yoga che li aiuti nella preparazione atletica o un qualcosa che abbia un titolo più simile a “Yoga Avventura”.

Poi esiste lo yoga terapeutico per chi ha problemi alla schiena, cervicale, sciatica, etc.

Non bisogna essere dei geni del marketing per capire che ognuno degli esempi citati qui sopra è un pubblico totalmente diverso e che anche il tuo modo di comunicare dovrà quindi adattarsi ad esso.

Lo yoga è uno?

Ora i puristi diranno: “queste sono stupidaggini di marketing. Lo yoga è uno.”

La realtà è che hanno ragione. Così come è anche vero che solo chi raggiunge un certo livello di consapevolezza poi comprende questa semplice verità.

Fino ad allora però le persone continueranno a fare ricerche online in base alle loro necessità primordiali ed è tuo dovere di maestro farti trovare.

Se vuoi insegnare yoga online, non basta aprire una pagina facebook, un sito web e dire: “Noi ci siamo!” Di corsi di yoga online ce ne sono centinaia lì fuori, in tutte le lingue, quindi se vuoi farti notare, devi fare qualcosa di diverso da tutti gli altri, rivolgerti ad un pubblico specifico e risolvere una particolare necessità.

Online viene acquistato molto di più un “Corso di Yoga per Dimagrire” che un semplice “Corso di Hatha Yoga“.

Le Asana all’interno dei due corsi probabilmente saranno simili o le stesse, ma quanto più specifico è il pubblico a cui ti stai rivolgendo tanto più e probabile che riuscirai ad avere più studenti.

Conclusione

Ci sarebbero tante altre cose di cui parlare, come ad esempio l’importanza del copywriting, di avere una strategia di infomarketing ben progettata e così via. Ma i 3 citati qui sopra sono i primi 3 passi da intraprendere per iniziare col piede giusto ed evitare di inciampare.

Sul punto 1 e il punto 2 la scelta è relativamente facile, ma il punto 3, ovvero la specializzazione, è probabilmente il punto dolente e quello più difficile da far comprendere sia agli insegnanti di yoga sia ad altri tipi di formatori che vogliono promuoversi online.

Queste 3 sono le fondamenta da cui partire per costruire un buon business di corsi online e ti consiglio la lettura del primo post di esordio di questo blog per comprendere un po’ meglio di cosa sto parlando.

 


Questo post è stato pubblicato il 22 settembre 2020 su www.mycopylife.it ed è di proprietà di MyCopyLife.

Puoi copiare e redistribuire l’intero articolo o parti di esso, a patto di citare sempre l’autore Cosimo Melle e la fonte:  https://www.mycopylife.it/come-insegnare-yoga-online


 

Pin It on Pinterest